La mia storia. Energetic Coach in italiano.

Foto per Lione

LA MIA STORIA

Sono nata in una famiglia numerosa. Eravamo 5 figli ed io l’ultima.

Per quanto la mia posizione nella mia famiglia arriva dopo 6 anni dopo l’ultima e quindi diciamo che gli ho preso il posto da ultima.

Il Gruppo era già formato tra mio fratello e le mie 3 sorelle tutti con 1 anno di differenza e due 11 mesi di differenza.

Diciamo che venivo a rompere le “uova nel panier” .

Ho vissuto veramente dei momenti calorosi nella mia famiglia come i sabati sera insieme davanti alla televisione oppure i Natali. Una  cosa che ho ricercato per anni ma che ormai era finito.

Come sono arrivata in Italia ?

Quando avevo 18 anni mi sono informata per andare in Australia. Ma avevo abandonato le mie ricerche perché non avevo le qualifiche professionali all’epoca e parlo di 38 anni fa. Tutto era completemente diverso.

Avevo all’epoca una buona relazione con l’assistente d’italiano al liceo e quindi mi ha chiesto se volevo accompagnare un gruppo di giovani francesi in Calabria. Ho accettato. Dovevo andare a Roma dopo questa esperienza ma ho incontrato l’uomo che avrei sposato. Doveva semplificare la vita ma questo si è rivelato il contrario.

La mia vita in Calabria :

Molto semplicemente , debbo dire che dopo 3 mesi avevo capito che avevo fatto un errore ma l’orgoglio m’impediva di rientrare in Francia.

Perché un errore? Semplicemente perché la mentalità era esattamente quella di mio padre “Padre – Padrone”. Avevo 20 anni e avevo già capito molte cose della vita.

Ma non abbandonato il mio progetto. Con mio ex marito siamo diventati i rappresentanti di un azienda cosmetica francese , la più importante in Calabria. Era veramente un grande successo. Fatturavamo 200.000 ,00 lire in un anno e a quell’epoca e per quella regione, era davvero tanto!

Io avevo il mio Istituto di Bellezza  e una scuola di estetica molto quotata e ricercata per la qualità professionale che offrivo. Avevo 20 anni, mi sono veramente inventata la vita da sempre perché si, non ero un estetista diplomata ma avevo questo nel sangue : LA PROFESSIONALITA’, LA PREPARAZIONE E L’INSEGNAMENTO.

Bologna :

sono arrivata il giorno del mio compleanno nel 1991 a bologna.

Ho scelto questa città che ho amato dalla prima volta che l’ho vista, questi archi, la gente viva e gioiosa allora. Ora è tutto diverso. Molto diversa dai caratteri della gente  Calabrese più chiusa.

Ho ricominciato da zero facendo un lavoro che non conoscevo “agente di commercio” . facevo lo stesso lavoro di mio ex marito con la stessa azienda francese. Il problema era che il mercato era stato rovinato dalla mancanza di professionalità degli ex agenti. Quindi quando è così è ancora più difficile riprendere una zona.

Tutto questo non lo sapevo, lo imparato sul campo. Avevo solo 28 anni.

Ho quindi fatto il corso alla Camera di Commercio di Bologna e mi ricordo che il Direttore mi prendeva in giro perché facevo le dimostrazioni dei miei prodotti ai miei clienti per vendere. Non sapevo vendere come agente, sapevo vendere come estetista.

Durante il corso facevo parte della classe dei Laureati e quindi sembravano tutti molto più preparati di me.

Ebbene ! sapete cosa è successo? Sono arrivata la prima agli esami e il Prof di Marketing rimandava a me gli allievi che si lamentavano dei loro punteggi dicendo “chiedete a Beatrice come ha fatto”

Mi sono dimenticata di dirvi ( un po’ apposto) che le mie allieve della Scuola di Estetica sono ancora le migliori allieve preparate dopo più di 30 anni..

Quando ho iniziato la mia attività a Bologna, non conoscevo le strade, non conoscevo il mestiere e non avevo amici e soprattutto avevo appena lasciato l’amore della mia vita.

Ho passato veramente dei momenti molto difficili perché per me vendere all’epoca era molto difficile perché non lo sapevo fare cioè andare dal cliente, mi risultava difficile. Quando ero estetista era il cliente che veniva da me  e quindi la vendita cambia completamente.

Ho seguito un associazione che proponeva dei corsi di Sviluppo Personale e un attività fisica orientata solo sullo Yoga.

Questa associazione era molto violenta in certi corsi. Si rifaceva ad un metodo americano che avevo molto successo all’epoca in Italia soprattutto in Emilia Romagna. C’era molto abuso e moobing in quel tempo tutte dinamiche che none erano ancora riconosciute . per fortuna tutto cambia.

Ho moltissimi corsi per me stessa, come sviluppo personale e moltissime ore di yoga alla settimana, ho raggiunto anche le 10 ore.

Ho lasciato le dimostrazioni per migliorare e accelerare le vendite

Sono diventata la migliore venditrice in Italia con il fatturato più elevato e il minor numero di insoluti , in un ambiente completamente maschile. Appena un cliente non pagava lo eliminavo, capivo che mi faceva perdere tempo e denaro. Mi sono autoridotta la zona perché avevo capito che la mia forza era Il Servizio. Questo mi permetteva di essere sempre presente e il cliente si sentiva seguito e non mai abbandonato. Nessuno mi aveva mai insegnato questo ed in effetti il mio stesso titolare all’epoca era rimasto molto sorpreso dalle mie scelte perché solitamente i rappresentanti volevano una zona più grande.

Sono sempre stata molto intuitiva e ho sempre riconosciuto quando era il momento di cambiare

Questo mi ha premiato nel tempo per diventare la migliore rappresentante femminile in Italia per quell’azienda.

In effetti quando ho deciso di lasciare l’azienda, il mio titolare non voleva credermi e ho dovuto mandare 2 lettere raccomandate dal mio legale.

Sapevo che il tempo per me era finito. Il fatturato era molto elevato ma avevo completamente perso l’entusiasmo per quel lavoro, per le vendite e soprattutto volevo lasciare la mia carriera all’apice quando ancora avevo un buon fatturato. E ho scelto bene.

Ho quindi ripreso i miei studi per 2 anni e ho intrapreso la Medicina Esogetica di Peter Mandel. Dopo 2 anni ho aperto il mio studio in centro a Bologna.

Ho avuto un successo enorme, ho veramente aiutato e accompagnato moltissime persone nel ritrovare la loro salute.

Ma dopo 5 anni di attività, ero stanca e non sapevo perché

Ho chiuso la mia attività perché ero piene di paure, paura del futuro, paura di fallire, paura delle rsponsabilità.

Non capivo proprio quello che stava succedendo.

Ero completamente persa

Per 3 anni ho navigato nel nulla

Mi sono comprata un appartamento e ho organizzato il mio studio nel mio appartamento. Pensavo “ ecco questo è la soluzione al tuo problem, mi tranquillizzerò, non pago più l’affitto e è ok” ebben No.

Le angosce aumentavano sempre più. Non sapevo veramente che cosa fare.

A proposito ho chiuso il mio studio il giorno stesso della morte di mio padre, senza saperlo prima ovviamente.

Ho continuato a formarmi pagando dei corsi molto cari e ho preso anche delle sedute di coaching con diverse coach internazionali.

Mi ricordo in una seduta mi chiese “ che cosa ti fa vibrare nella tua vita?” ouah! E terribile quando ti accorgi che non sapevo rispondere. Stavo facendo un burn out ma non ne ero cosciente. Neanche questo coach lo aveva capito, avevo parlato di depressione ma lo aveva negato.

Quindi alla sua domanda rispondo “viaggiare, andare negli Stati Uniti forse?” e dopo poco “ non gli Stati Uniti , l’Australia , si è un vecchio sogno che avevo abbandonato e imparare l’inglese”.

E quindi sono partita all’avventura con tutti i miei dubbi e tutti i miei giudizi come “ non serve a niente / ma che cosastai facendo / ma che cosa ti sei messa in testa?/ non ci riuscira!”

Non è stato facile , la mia mente erigeva tutti i muri dell’impossibile per proteggermi .

Sogno Australia

Quindi una mattina davanti al mio computer decido di fare una ricerca su Google ma in francese. E mi appare una scuola australiana a Noosa.

Mettto 3 giorni a chiamare il numero a Milano. Chiamo e mi risponde un giovane ragazzo fantastico1. Entusiasta della mia scelta   ouah! Non ci potevo credere. Ero bloccatissima in me stessa.

Ho messo ancora una settimana a richiamarlo e 15 giorni a pagarlo.

Avevo paura e dicevo a me stesa “ Beatrice , sei completamente pazza, ma stai bene a casa nella tua casa nuova.

Ma fortunatamente niente più funzionava nella mia vita perché non sarei mai partita per 3 mesi. Oggi capisco questo.

Sono tornata in Australia dopo 2 mesi e la terza volta dopo 5 mesi.

Oggi so cosa è importante per me nella mia vita e quali sono le mie priorità.

Avevo completamente persa me stessa.

Ho messo altri 2 anni a riprendermie quindi in totale mi ci sono voluti 5 anni.

E’ stato lento e progressivo. Non cadevo del tutto perché avevo tanti strumenti che mi permettevano di rimanere a galla per poter respirare.

Da un lato direi fortunatamente perché ero sola. Non potevo confidarmi a nessuno perché sono sempre stata la roccia per tutti e sinceramente neanche io mi vedevo messa così male. Come si dice “ tiravo avanti”

Ma era una cosa che avevo sempre rifiutato nella mia vita. Ma infondo oggi posso dire che è sempre questo che avevo fatto “ tirare avanti”.

Oggi è tutto diverso, sono sull’onda del cambiamento. In Australia molti surfano, ecco io ho imparato a surfare sull’onda del cambiamento.

Quindi conosco tutti i passaggi che ti portano alla trasformazione completa di te stesso.

E oggi sono in grado di aiutarti in modo veloce e non su 5 anni come me.

Ogni cambiamento richiede un impegno, è se questo ti può aiutare ti rivelo il segreto “ l’impegno è con se stessi”. Fai questo augurio a te stesso da oggi ad alta voce e vedrai che già la tua vita comincerà a cambiare.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...